RIFUGIO ESCURSIONISTICO LA BARRICATA

1351 metri s.l.m. Altopiano di Marcesina, Grigno, TN - Nord: 45°58'47,89" - Est: 11°35'29,04" 

24-25 settembre 2016 Raduno Nazionale

ENDURO, QUAD E FUORISTRADA - Barricata 2016

ISCRIZIONI ONLINE: scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   348.2653245 - 327.6860431

 

Ricevuto in data 25 maggio 2016, una grande soddisfazione

 

Mercoledì 1° GIUGNO 2016 DISCO GIRO PIZZA

PRENOTAZIONE RICHIESTA

PIZZA E MUSICA A VOLONTÀ €10,00 a persone bevande escluse

Pacchetto Giro Pizza e pernottamento € 55,00 a persona

prenota a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    tel. 327.6860431

 

 

Venerdì 20 maggio 2016 PESCE IN BARRICATA

PRENOTAZIONE RICHIESTA 

SPECIALE GARE CINOFILE LUGLIO 2016

10% DI SCONTO PER LE PRENOTAZIONI ENTRO IL 31 MAGGIO 

 

Opzioni di Soggiorno: 2 notti, 3 notti, 4 notti

4 notti: mezza pensione € 45,00. Pensione completa € 55,00.

3 notti: mezza pensione € 48,00. Pensione completa € 58,00.

2 notti: mezza pensione € 50,00. Pensione completa € 60,00.

 

Le bevande e le consumazioni extra sono escluse.

La prenotazione è ritenuta valida solo dopo il versamento di un acconto del 50% tramite bonifico bancario. La caparra non è rimborsabile con preavviso inferiore a 20 giorni dalla data di arrivo. 

Prezzi per persona

per notte

Stagione Estiva

Mese di Agosto

Adulti

B&B € 35,00 feriali / € 45,00 festivi

Mezza pensione € 55,00*

Pensione completa € 65,00*

B&B € 40,00 feriali / € 50,00 festivi

Mezza pensione € 60,00*

Pensione completa € 70,00*

Bambini

(in camera con i genitori)

0 – 3 anni soggiorno gratuito

4 – 8 anni € 20,00 al giorno

9 – 12 anni sconto 30%

0 – 3 anni soggiorno gratuito

4 – 8 anni € 20,00 al giorno

9 – 12 anni sconto 30%

 

 

Il servizio Motoslitta dal Centro Fondo Valmaron al Rifugio Barricata funziona ogni giorno su prenotazione con orario al mattino fino alle ore 11.00 e nel pomeriggio dalle ore 14.30 fino alle ore 18.00. Possibilità di uscita dopo cena con prenotazione.
prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 327.6860431

 

La gran parte della piana si trova in Veneto, nel territorio del Comune di Enego, interessando anche i Comuni di FozaGallio ed Asiago. La parte settentrionale ricade invece entro gli ambiti amministrativi del Comune di Grigno, in Trentino-Alto Adige.

A soli 15 km dalla superstrada della Valsugana, il Rifugio Escursionistico La Barricata rappresenta un’oasi naturale lontana dalla frenesia dei tempi moderni. Indubbiamente uno dei luoghi più affascinanti dell'intero Altopiano di Marcesina.

È situato in una gran distesa di pascoli circondata da boschi di conifere, una delle oasi europee a più alta densità di biodiversità, individuata dalla Comunità Europea come Zona a Protezione Speciale. Le uniche costruzioni ivi presenti sono le malghe d'alpeggio ed i cosiddetti “casoni”, antiche abitazioni in legno e lamiera utilizzate un tempo come riparo dai boscaioli. Sulla piana si trovano due tra i più importanti siti preistorici dell’arco alpino; si snoda il sentiero dei Cippi, confine tra la Serenissima Repubblica di Venezia e l'Impero Austroungarico, che conduce agli spettacolari Castelloni di San Marco. Nella stagione invernale i sentieri si trasformano in un sistema di ben 200 km di piste per lo sci nordico e le racchette da neve: il Rifugio Barricata diventa raggiungibile solo a piedi o con sci, ciaspole e mezzi da neve. In inverno, durante la sosta, è necessario l’utilizzo di un additivo antigelo per carburanti diesel oppure usare diesel artico.Le piste per lo sci di fondo riescono a soddisfare le esigenze dei fondisti principianti, con le piste più facili nella piana di Marcesina, e dei più esperti, con i percorsi che raggiungono i 2000 metri di altitudine, come malga Fossetta, Moline e Ortigara.

 

 

 

 

NATALE 2015

Soggiorno 2 notti, arrivo giovedì 24 dicembre ’15, partenza sabato 26 dicembre ’15. Adulti: Pensione completa 150,00 euro a persona
Bambini: 2 – 10 anni sconto 30%
Il soggiorno è comprensivo del Pranzo di Natale.

*Le bevande e le consumazioni extra sono escluse.

Il pacchetto comprende:

- trasferimento a/r in motoslitta dal Centro Fondo di Enego Val Maron

- 2 pernottamenti

- 2 prime colazioni a buffet

- 1 pranzo composto da tre portate

- pranzo di Natale con ricco menu

- 2 cene composte da tre portate

 

CAPODANNO 2016

Soggiorno 3 notti, arrivo mercoledì 30 dicembre ’15, partenza sabato 2 gennaio ’16. Adulti: Pensione completa 350,00 euro a persona
Bambini: 2 – 10 anni sconto 30%
Il soggiorno è comprensivo del Cenone di Capodanno.

*Le bevande e le consumazioni extra sono escluse. Il pacchetto comprende:

- trasferimento a/r in motoslitta dal Centro Fondo di Enego Val Maron

- 3 pernottamenti - 3 prime colazioni a buffet

- 3 pranzi composti da tre portate

- 2 cene composte da tre portate

- cenone di Capodanno

- brindisi di inizio anno sulla neve

Opzione soggiorno 2 notti cenone compreso 250 euro a persona.

Opzione soggiorno 4 notti cenone compreso 420 euro a persona.

La prenotazione è obbligatoria ed è ritenuta valida solo dopo il versamento di un acconto del 50% del totale tramite bonifico bancario.
La caparra non è rimborsabile con preavviso inferiore a 30 giorni dalla data di arrivo.    

Ogni venerdi sera pesce in Barricata...........
PRENOTAZIONE RICHIESTA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 327.6860431

 

3 luglio 2015, cielo sereno la temperatura alle 7:02 è di 14°C stabile

cucina e pizzeria in preparazione

Bigoli e luganega

Pappardelle al ragù CERVO

                 O ai PORCINI

Tagliata di manzo

Spezzatino e patate

Roastbeef all’inglese

Polenta

Funghi

Insalata mista

panna cotta ai frutti di bosco

tiramisù

strudel di mele

 

Geografia

La gran parte della piana si trova in Veneto, nel territorio del Comune di Enego, interessando anche i Comuni di FozaGallio ed Asiago. La parte settentrionale ricade invece entro gli ambiti amministrativi del Comune di Grigno, in Trentino-Alto Adige.

 
Piana di Marcesina

Clima

Marcésina è nota per essere il luogo più freddo del Veneto e probabilmente d'Italia, pur trovandosi ad una quota media di appena 1400 metri s.l.m.. Ciò è dovuto alla sua particolare posizione e all'elevato valore di sky-view factor.

Ambiente

« ...nella sommità di Marcesina v'è un prato di erba così viva che pare vestito di smeraldi »
(Francesco Caldogno)

La zona riveste una notevole importanza dal punto di vista storico e naturalistico, sono presenti inoltre due torbiere, ambienti umidi protetti inseriti dall'Unione Europea nelle aree S.I.C., con particolarità botaniche e faunistiche. Il S.I.C. "Piana di Marcesina" è individuato con il codice IT3220012 ed ha una superficie di 840 ha. Le due torbiere hanno la caratteristica di avere un diverso stadio d'evoluzione, e costituiscono un interessante biotopo relitto di un complesso di aree umide un tempo molto più esteso.
Tra le specie rare ed endemiche vanno annoverate le piante carnivore (quali la Drosera rotundifolia) e il relitto artico Andromeda polifolia, quest'ultima scoperta per la prima volta proprio a Marcesina nel 1703. È presente inoltre una ricchissima fauna invertebrata, l'area è poi un importante sito per la sosta di un considerevole numero di uccelli migratori legati all'ambiente acquatico.

foto di Marco Villani

I boschi di abete rosso che circondano il pianoro costituiscono invece l'habitat di numerosi mammiferi: sono presenti il capriolo, il cervo, la volpe, il tasso, la faina, la martora, l'ermellino, l'arvicola delle nevi e i pipistrelli molosso di Cestoniorecchione bruno e rinolofo maggiore. Nel 2006 è stato riavvistato anche l'orso (scomparso dall'altopiano nel 1856).

Storia

 
Chiesetta di San Lorenzo in Marcésina

La piana era anticamente utilizzata dai montanari dei Sette Comuni quale vasto pascolo per il bestiame bovino, in seguito fu aspramente contesa con i pastori della Valsugana. Lungo l'attuale confine tra Veneto e Trentino esiste il "sentiero dei Cippi", che segue i perimetri confinari delle due Regioni, formato da oltre trenta cippi in pietra, disposti nel 1752 quali indicatori dell'allora confine tra la Repubblica di Venezia e i domini asburgici. Solo nel 1750 infatti, grazie al Congresso di Rovereto, il doge Pietro Grimani e l'imperatrice Maria Teresa d'Austria misero fine all'antica controversia tra le due popolazioni individuando il confine definitivo.
Nella parte nord di Marcésina si trova una piccola chiesetta dedicata a San Lorenzo, protagonista di alcune leggende locali. La chiesetta venne ricostruita nel 1925 dopo che i bombardamenti della Prima guerra mondiale la distrussero quasi completamente (quasi per miracolo il campanile rimase però intatto). La zona fu interessata infatti da importanti eventi bellici durante la Grande Guerra, testimonianza ne fu uno dei Cimiteri di guerra dell'Altopiano dei Sette Comuni presente sulla piana, dedicato alla memoria del Tenente Raffaele Stasi e che raccoglieva le spoglie di 2.356 soldati. Durante il secondo conflitto mondiale sulla piana ci furono invece alcuni scontri tra la Resistenza vicentina e reparti nazifascisti.

Siti archeologici

Sulla piana si trova il Riparo Dalmeri, sito archeologico preistorico oggetto da circa 20 anni di scavi da parte del Museo Tridentino di Scienze Naturali. Il sito, per la ricchezza e la buona conservazione dei ritrovamenti, ha consentito di comprendere le abitudini, le attività e le modalità di sfruttamento del territorio montano da parte di uomini preistorici che vivevano nella zona circa 13.000 anni fa.

A Marcesina è visitabile (solo con una guida autorizzata dal Museo Tridentino di Scienze Naturali) anche la Grotta di Ernesto ove sono presenti diversi reperti preistorici risalenti a 9.000 anni fa, in particolar modo legati alla macellazione e conservazione degli animali, soprattutto stambecchi, orsi e cervi, delle cui ossa è piena la grotta.

Escursionismo

Durante l'estate si possono percorrere i numerosi itinerari per la mountain bike e per il trekking, mentre nella stagione invernale i sentieri si trasformano in un sistema di piste per lo sci nordico. Sono presenti anche itinerari per le passeggiate con le racchette da neve. Il sentiero dei Cippi conduce invece ai Castelloni di San Marco, un labirinto costituito da una serie di passaggi tra canyon, intervallati da almeno un centinaio di incroci o bivi e resi percorribili nel 1915-18 dai soldati italiani.

Infrastrutture

La piana è priva di insediamenti urbani, le uniche costruzioni ivi presenti sono le malghe d'alpeggio (pascolo di bovini e produzione del formaggio Asiago) e i cosiddetti "casoni", antiche abitazioni in legno e lamiera, utilizzate un tempo come riparo dai boscaioli. Sono presenti anche due rifugi ed un albergo.
È raggiungibile attraverso varie strade militari, realizzate durante la Grande Guerra, alcune di queste asfaltate. Recentemente è stata asfaltata dalla Provincia di Trento anche la strada militare denominata "Die Baricata Straße", realizzata dall'esercito austroungarico per mettere in comunicazione la Valsugana con le Melette. La strada, i cui lavori iniziarono allo scoppio della guerra, non venne mai totalmente completata per l'abbandono dei lavori nei primi anni di costruzione e nonostante questi ripresero nel 1918 (con l'impiego di 6.000 prigionieri di guerra russi e migliaia di militari dei reparti tecnici dell'Arme) cessarono poi a causa della fine della guerra
. Fonte Wikipedia.

Per qualsiasi informazione rivolgersi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 tel. +39.327.6860431      +39.348.2653245      +39.373.5104263

Barricata Iniziative srl - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altopiano di Marcesina - Loc. Barricata              Coordinate geografiche Nord: 45°58'47,89" - Est: 11°35'29,04"

38055 Grigno TN Italy - p.i./c.f./R.I. TN 02368220220